Help
Help

 


Diaconi delle Profondità

Deacons of the Deep dks3
Informazioni Generali
hp.jpg PV souls.jpg Anime Drop
4099 (292 per Diacono) 13000

Anima dei Diaconi delle Profondità

Bambolina

Difese
Debolezze Resistenze Immunità
Fire Danno fisico

Dark Mscurità

Magic Magia

Bleed Sanguinamento

Poison Veleno e Tossicità

-
 

 

Dopo la partenza di Aldrich per la Valle Boreale, l'Arcidiacono Royce rimase nella cattedrale con gli altri sacerdoti per vegliare in eterno sulla bara del loro maestro.

 

DESCRIZIONE

Il boss, questa volta, è una congregazione di Diaconi, ovvero si tratterà di affrontare numerosi avversari. La sfida consisterà, quindi, nel riuscire a gestire un numero soverchiante di nemici e riuscire a colpire ed eliminare il vero boss che si nasconde tra loro.

 

 

ATTACCHI

 

Nome dell'Attacco Descrizione dell'Attacco
Prima fase
Allungo Allungo con la Candela da chierico che causa pochi danni, facile da evitare, gli si può anche fare parry oppure rotolare addosso al chierico per farlo sbilanciare.
Palla di fuoco I Diaconi lanciano palle di fuoco, il loro danno è modesto e possono anche essere evitate facilmente, ma possono essere fastidiose dato che in mezzo alla battaglia può risultare complicato avere una visione totale del campo di battaglia.
Seconda fase
Forza Il Miracolo è eseguito dai Diaconi grassi vestiti di blu ed ha solo scopo difensivo, non arrecando alcun danno. Per evitarlo occorre solo un poco di tempismo nell'effettuare una schivata o, altrimenti, prendere rapidamente le distanze.
Guarigione I Diaconi grassi lanceranno il miracolo Guarigione per ripristinare un piccolo quantitativo della vita del boss.
Oscurità dalle Profondità L'incantesimo ha una lunga preparazione, ma una volta ultimato farà calare l'Oscurità sull'intera arena, causando rapidamente lo status maledizione al giocatore e portandolo ad una inevitabile fine. L'incantesimo può essere interrotto, sia prima, che durante il lancio del maleficio, attaccando l'Arcidiacono oppure eliminando i quattro Diaconi che lo aiutano nella preparazione.
Grande Anima delle Profondità L'Arcidiacono lancia una grande massa oscura contro il giocatore. Per evitarla basta schivare lateralmente o attraverso di essa al momento giusto.

 

STRATEGIA

Il combattimento è molto semplice: bisogna trovare ed eliminare il vero corpo del boss tra un elevato numero di nemici. All'inizio della battaglia dovete attaccare il Diacono avvolto da un'aura rossa ed eliminarlo prima che questa passi ad un altro. Il boss riceverà danno solo se sarete riusciti ad abbattere tale Diacono, in caso contrario il boss cambierà corpo senza perdere nemmeno un HP. La parola chiave per questa battaglia è dunque velocità: concentratevi sull'attacco, cercando di infliggere più danni possibili, dato che i danni ricevuto sono piuttosto esigui, e tenetevi pronti a curarvi quando questi si saranno accumulati.

Nella seconda fase farà la sua comparsa l'Arcidiacono Royce, il vero boss, assieme ad alcuni Diaconi di rango superiore, riconoscibili perchè ammantati di blu. La difficoltà principale risiede nell'incredibile numero di avversari frapposti tra voi ed il vostro obiettivo, e nella gestione di attacchi multipli provenienti da direzioni diverse. La cosa migliore da fare è tentare di aggirarli, facendogli prendere una direzione e poi scattare in quella opposta per poter cogliere l'Arcidiacono privo di difese, oppure ricorrere ad attacchi ad ampio raggio per eliminare un numero più grande possibile di nemici in poco tempo e raggiungere Royce prima che ne giungano altri. In caso veniste circondati potete rotolare addosso ai nemici per sbilanciarli e poter in questo modo rompere l'accerchiamento e avere un po' di respiro. Prestate attenzione a Royce e ai quattro Diaconi alti, questi tenteranno di lanciare Oscurità dalle Profondità che farà calare sul campo di battaglia una densa coltre di nebbia oscura, la quale infliggerà maledizione al giocatore mettendo fine alla partita. Ignorarli è quindi molto pericoloso, al contrario uccidete uno di loro il prima possibile per fermare l'incantesimo e non venire maledetti.

Chi ha scelto un approccio basato sull'uso della magia si troverà nella maggior parte dei casi avvantaggiato. Gli incantesimi ad area, infatti, sono molto efficaci, potendo colpire avversari multipli impiegano poco tempo a farsi strada tra le fila nemiche offrendovi la possibilità di raggiungere facilmente il boss. Nello specifico, le Piromanzie svolgono questo lavoro egregiamente e sono particolarmente indicate per questo tipo di scontro. I piromanti potranno contare su incantesimi quali Tempesta di Fuoco o del Chaos ma anche Palla di fuoco esplosiva, Frusta di fuoco, Sfera del Chaos maggiore e Resti della Culla del Chaos per attaccare mentre Traspirazione istantanea per difendervi dalle palle di fuoco nemiche permettendovi di ignorarle completamente, inoltre non è da scartare la piromanzia Vomito di Pietra, davvero molto efficace dato che infligge danni fisici ed ha una discreta area d'impatto.
Le Stregonerie sono invece un discorso a parte. I Diaconi delle Profondità sono, infatti, piuttosto resistenti ai danni magici, inoltre la maggior parte delle Stregonerie può agganciare un solo bersaglio alla volta, intaccanto appena l'infinita schiera di mob. L'ideale è ricorrere ad incantesimi perforanti come Lancia dell'anima o ad ampio raggio come Spadone dell'anima. Sorprendentemente utile si rivela, soprattutto nella prima fase, la stregoneria Nebbia Pestilenziale, capace di consumare rapidamente gli HP dei Diaconi, e il cui unico difetto è la prossimità a cui viene lanciato l'incantesimo, ma può essere facilmente compensata con un pizzico d'ingegno. Durante la seconda parte lo scontro può risultare alquanto ostico, in quanto sarà piuttosto difficile riuscire a raggiungere l'Arcidiacono, e se non riuscirete ad arrecargli sufficiente danno, i chierici al suo fianco lo cureranno rendendo vani i vostri sforzi, senza contare che potrete facilmente cadere vittima di Oscurità dalle Profondità. E' pertanto consigliato di armonizzare qualche piromanzia che non richieda elevate statistiche in fede come ad esempio la Sfera del Chaos maggiore, per riuscire a portare a termine lo scontro senza troppi problemi, e soprattutto senza dovervi rivolgere a Rosaria per ridistribuire le proprie statistiche e dover tentare un approccio fisico.

 

 

TATTICHE ALTERNATIVE

Sono molte le strategie alternative adottabili per rendere questo boss ancora più facile. La prima da menzionare riguarda l'utilizzo dello Spadone di Farron che, grazie al suo moveset speciale, è capace di rendere questo scontro molto più semplice.
Gli anelli Occhio sinistro del Sacerdote e Occhio destro del Sacerdote possono tornare molto utili in quanto garantiranno una rigenerazione dei punti vita ed un aumento dell'attacco dopo aver effettuato più colpi consecutivamente, se quindi abbinati ad un'arma con ampi attacchi orizzontali e ad oggetti per il recupero della stamina vi permetteranno di combattere in mischia più a lungo e di non venir sopraffatti dalla superiorità numerica degli avversari, compensando grandemente i danni subiti (è possibile raggiungere un ripristino dei PV tale da risultare effettivamente immuni agli attacchi nemici).
Un effetto simile è dato dall'Anello dell'Occhio Malvagio, che può essere aggiunto all'Occhio sinistro del Sacerdote per aumentare ulteriormente il recupero di PV, e dallo Spadone del boia, che invece consente di recuperare PA con ogni colpo inferto.
Lo Spadone Ammazzavacui è un'altra ottima arma che ben si adatta a questo combattimento, infliggendo danni maggiorati al boss grazie al suo effetto speciale.
L'oggetto Teschio esca può essere usato per distogliere l'attenzione dei Diaconi, lasciando il boss scoperto e facile preda dei vostri attacchi.
I Diaconi sono vulnerabili alla piromanzia Legame, che li farà combattere tra loro, ed al miracolo Voto di silenzio, che invece preverrà l'utilizzo da parte loro degli incantesimi, costringendoli al solo utilizzo degli attacchi fisici.

 

 

NOTE

Dopo aver sconfitto il boss ed essersi riposati al falò comparirà il cadavere dell'Arcidiacono Royce assieme al set dell'Arcidiacono.
Royce è uno dei tre Arcidiaconi al servizio di Aldrich, il Santo delle Profondità. A lui è stato affidato il compito di proteggere la tomba del suo maestro nella speranza che un giorno faccia il suo ritorno.

The deacons use pyromancy rather than the miracles typical of clerics.

Pyromancy is considered heretical in Dark Souls so this shift to pyromancy is probably connected to their fall from grace.

VIDEO




Load more