Help
Help

 


Guardiani dell'Abisso

Abyss Watchers dks3
Informazioni Generali
hp.jpg PV souls.jpg Anime Drop
1548 18000

Anima del sangue di lupo

Tizzone di un Signore

Difese
Debolezze Resistenze Immunità
Lightning elettricità

Dark Oscurità

Bleed Sanguinamento

Poison Veleno e tossicità
 

 

Il sangue di lupo fu donato ai Guardiani dell'Abisso, le cui anime sono tutt'uno con quella del suo unico padrone.

 

DESCRIZIONE

Il primo Signore dei Tizzoni che si incontrerà nel gioco. Il boss dispone di movimenti agili e fluidi ed attacchi acrobatici, ma rimane facilmente scoperto, offrendo al giocatore numerose occasioni per attaccare.Per quanto densa di emozioni, la battaglia non risulterà particolarmente impegnativa e non richiederà più di qualche tentativo al massimo.

Luogo: Forte di Farron

 

 

STRATEGIA

Iniziata la battaglia approfittatene per studiare il boss e i suoi movimenti, scambiando qualche colpo appena si presenta l'occasione. Dopo che il vostro avversario avrà perso più o meno il 20% della sua vita, noterete che i corpi, che praticamente tappezzano l'arena, iniziano uno ad uno a rialzarsi per tornare a combattere. La battaglia potrebbe diventare un poco caotica a questo punto, ma mantenendo il sangue freddo ed analizzando la situazione ci si renderà conto che lo scontro può ancora essere gestito. Il numero massimo di Guardiani presenti contemporaneamente sul campo di battaglia non sarà mai superiore a tre, inoltre uno dei tre Guardiani, riconoscibile dagli altri perchè ha gli occhi rossi, sarà ostile agli altri due. Con molta fortuna ed un poco di tattica dovrete solo evitare il boss e giocare sulla difensiva, attendendo che i Guardiani si eliminino a vicenda. Nel caso scegliate di continuare a combattere, allora sfruttate al massimo il fatto che i Guardiani sono in conflitto tra loro, eliminate il Guardinao più debole e poi concentratevi sul boss, attendendo che il suo avversario vi fornisca l'occasione giusta per sferrare il vostro attacco attirando la sua attenzione (i Guardiani rivolgono il loro aggro su chi li ha colpiti per ultimi, quindi prestate attenzione a non infliggere danni a quello con gli occhi rossi, o rischiate di attirare su di voi i suoi attacchi). Una volta che i punti vita del boss saranno scesi a zero, preparatevi ad iniziare il vero scontro.

Dopo una magnifica cutscene, chiaramente ispirata a Bloodborne, dovrete affrontare nuovamente il boss nella veste di Signore dei Tizzoni. La sua spada verrà ricoperta di fiamme, e sebbene il suoi attacchi non varieranno più di tanto rispetto alla fase precendente, ognuno di essi sarà in grado di emettere vampe di fuoco, diventando più potenti, molto più violenti e aumentando il proprio raggio d'azione. In questa fase può tornare molto utile lo Scudo Cimiero del Drago, nel caso lo abbiate recuperato nell'area di Forte Farron, che vi garantirà una più che buona difesa al fuoco. Il boss è debole sia ai parry che ai backstab in entrambe le fasi del combattimento, in particolare è molto semplice riuscire a mettere a segno i secondi occorrendo solo attendere la fine delle sue combo e rimanergli il più vicino possibile (nella seconda fase è sconsigliato ricorrere al parry se non siete sicuri della vostra abilità, dato che in caso di fallimento ci sarà ad attendervi una quantità ingente di danni). In alternativa si può ricorrere ad una strategia più offensiva: il boss ha un equilibrio veramente basso, perciò appena avrà concluso un assalto è possibile incastrarlo facilmente in combinazioni di attacchi, soprattutto se utilizzate armi veloci, stordendolo e permettendovi di portargli via buona parte dei suoi PV. Siate agressivi e il boss non ci impiegherà molto a cedervi la vittoria.

 
Per coloro che hanno scelto un approccio da caster, in particolare da stregone, è consigliato avere almeno 20 punti ad intelligenza e un catalizzatore a +4.
La principale strategia per fronteggiare questo boss consiste nel correre. Invece di effettuare schivate come per altri boss, in questa battaglia è meglio correre ogni volta che il boss si avvicina, dato che la chiave per vincere risiede nel rimanere al di fuori del suo raggio d'azione per tutta la durata del combattimento.
Nella prima fase dovrete attaccare solo quando se ne presenta l'occasione, attendendo che si uniscano allo scontro gli altri due Guardiani, e facendo fare il grosso del lavoro a quello con gli occhi rossi. Una volta comparsi gli altri due Guardiani, il boss avrà, infatti, un atteggiamento più difensivo e bersaglierà per lo più il Guardiano corrotto permettendovi di fare la vostra mossa con tranquillità. Durante questa fase utilizzate la Freccia dell'anima suprema oppure Lancia dell'anima cristallizzata se siete in NG avanzati.
La seconda fase è più complicata. Le fiamme che scaturiscono dalla spada del boss ampliano notevolmente il suo raggio d'azione, e per evitare di venir raggiunti dovrete nuovamente correre, dato che non ci saranno alti Guardiani ad attirare l'attenzione del boss, cercando di rimanere al di fuori dalla sua portata, cosa resa non facile dalle frequenti cariche con affondo o dai suoi scatti seguiti da lingue di fuoco. Il metodo migliore è quindi quello di correre in un ampio cerchio in senso orario ed lanciare i vostri incantesimi solo quando l'avversario avrà terminato i suoi assalti, preferendo magie molto rapide come la Freccia dell'anima superiore.

 

TATTICHE ALTERNATIVE

L'elemento fulmine si rivela essere efficace su questo boss, pertanto fare ricorso a Resine dorate o a miracoli offensivi porterà un buon vantaggio.

Per questa battaglia sono disponibili come aiutanti gli npc Sirris dei regni della penombra, Ombra pallida di Londor, che comparirà solo se avete usufruito dei servigi di Yoel di Londor per cinque volte ottenendo i rispettivi sigilli oscuri, e Gotthard la Mano Nera, che se evocati tutti renderanno il combattimento una passeggiata.

 

 

 NOTE

I Guardiani dell'Abisso sono a capo della Legione di non morti, ed hanno giurato sul Sangue di Lupo di impedire il ritorno dell'Abisso, distruggendo ogni regno in cui ne è emerso anche il più piccolo segno.
I Guardiani sono un richiamo alla figura di Artorias il Camminatore dell'Abisso, che hanno preso come guida e loro maestro, inoltre hanno condiviso il Sangue di Lupo, ciò sembra spiegare perchè un'unica anima leghi assieme tutti i Guardiani.
I Guardiani con gli occhi rossi hanno ceduto all'Oscurità e sono stati corrotti dall'Abisso, per questo motivo gli altri Guardiani, che hanno giurato di annientare ogni singola manifestazione dell'Abisso, hanno la priorità di attaccarli cercando di distruggerli. Anche questo fatto è legato alla storia del cavaliere Artorias, che partito per fermare l'avanzata dell'Abisso, si rivelò non in sintonia con l'Oscurità che lo pervadeva, e costretto a soccombere ne venne consumato.

 

VIDEO

 


 




Load more