Help
Help

 


Gundyr, il Giudice

Iudex_Gundyr.jpg
Informazioni Generali
hp.jpg PV souls.jpg Anime Drop
1059 3000 Spada a Spirale
Difese
Debolezze Resistenze Immunità

FrostGelo

FireFuoco

Dark Oscurità

Bleed Sanguinamento

Poison Veleno e tossicità

 

Descrizione.

 

DESCRIZIONE

Il Giudice Gundyr è il primo boss del gioco, lo si può incontrare al Cimitero della Cenere.

Quando lo si incontra è solo una statua immobile, e occorrerà estrargli la spada dal petto per dare inizio alla battaglia.

Il boss non è particolarmente ostico, ma è comunque in grado di riservare delle sorprese e, per i nuovi giocatori, servirà a scandire immediatamente il ritmo di gioco e degli scontri futuri.

 

ATTACCHI

 

Nome dell'Attacco Descrizione dell'Attacco
Prima fase
Combo Verticale Gundyr esegue un fendente con la sua albarda, seguito da un pericoloso montante in grado di sbalzarvi in aria. Per evitare l'intera combo è sufficiente effettuare una o due schivate laterali prestando attenzione al secondo colpo della combo.
combo orizzontale ??
affondi ??
pugno ??
presa ??
attacco in salto ??
attacco in corsa ??
Seconda fase
spazzata ??
elevazione ??
morso ??
artigliata ??
combo ??

 

STRATEGIA

Il duello è diviso in due fasi. La prima non è molto complessa, gli attacchi del Giudice Gundyr sono piuttosto ampi ma non particolarmente veloci, benchè molto fluidi, e possono essere bloccati molto facilmente facendo uso dello scudo in dotazione, il quale offre anche l'opportunità di contrattaccare al termine dell'assalto nemico. Il boss, inoltre, è vulnerabile ai parry in questa prima fase, perciò con un buon tempismo e una giusta dose di riflessi, è possibile annullare completamente i suoi attacchi, avvicinarsi alla sua testa e avviare una speciale animazione che gli porterà via un buon quantitativo di HP. Per chi non avesse ancora molta dimestichezza con i parry sarà utile sapere che le combo del boss sono costituite sempre da due colpi in linea generale, perciò un buon metodo per mandare a segno un parry consiste nel difendersi dal primo attacco ed effettuare un parry al secondo, dopo cioè aver assimilato la cadenza degli attacchi del boss.

 

Nella seconda fase il Giudice Gundyr soccomberà all'Oscurità, dalla quale verrà completamente stravolto. Cambieranno, infatti, il tempismo, la potenza e la portata dei suoi attacchi. Le combo del boss verranno ridotte per lo più ad attacchi singoli, piuttosto telefonati ma molto pericolosi e con un raggio d'azione decisamente più ampio, che potrebbero raggiungere anche chi preferisce tenere il boss ad una certa distanza. Il consiglio è quello di colpire il più possibile il boss durante la transizione dalla prima alla seconda fase, portandogli via più HP possibili ed evitando prontamente il suo attacco successivo rotolandogli dietro oppure evidando nella direzione da cui proviene il colpo. Dopodichè cercate di terminare la battaglia il più rapidamente possibile, riversando sul vostro avversario gli attacchi più potenti a vostra disposizione, facendo anche ricorso alle weapon art, senza per questo cedere alla tentazione di attacchi avventati che potrebbero costarvi la vita ed attaccando soltanto dopo la mossa avversaria. Il consiglio è, quindi, di tenere un approccio offensivo visto che che il boss diventa più aggressivo in questa fase e lo scontro potrebbe assumere un ritmo decisamente incalzante se esiterete presi dal timore di venir uccisi, non abbiate paura, rotolategli dietro e fate passare sulla difensiva il vostro avversario puntando ad una rapida vittoria.

 

CAVALIERE

 L'approccio del cavaliere è strettamente melee, occorrerà pertanto limitarsi a schivare, parare o riuscire a fare parry e poi sfruttare le sue aperture per attaccare. Il cavaliere ha un ottimo equipaggiamento, in particolare è il personaggio dotato dell'armatura con maggior difesa fisica tra le classi iniziali del gioco, perciò sarà capace di resistere molto bene agli attacchi nemici,  permettendovi di osare più delle altre classi senza il timore di perire per qualche errore di valutazione. L'unico difetto dell'armatura del cavaliere sta nel suo peso, che rallenta leggermente i movimenti del personaggio e riducendo la schivata, ma nel caso si avesse bisogno di una maggiore velocità è sufficiente rimuovere parti dell'armatura sino a quando il personaggio non avrà a disposizione azioni più rapide. Infine saper utilizzare la weapon art della Spada Lunga, anche se non decisiva in questo combattimento, può aiutare ad avere la meglio sul vostro avversario, permettendovi anche di ridurre rapidamente la distanza che si potrebbe creare tra voi e il boss, e il pieno utilizzo del moveset della vostra arma, molto vario e versatile, vi aiuterà senz'altro a fronteggiare diverse situazioni, garantendovi la possibilità di infliggere danni in modo costante (gli attacchi potenti si dimostrano particolarmente efficaci nel portare via vita al boss).

 

MERCENARIO

La peculiarità del mercenario è la tipologia di arma in dotazione. E' l'unica classe, infatti, a partire con un dual wield. Sarà questo elemento, dunque, a caratterizzare fortemente lo stile di combattimento e la strategia da adottare contro il boss. Lo scudo lo potete lasciare da parte, essendo inefficace nel difendervi dagli attacchi del Giudice Gundyr, concentratevi invece sullo schivare i colpi e approfittate della velocità di attacco delle Lame Doppie del Mercenario per tempestarlo di colpi non appena se ne presenta l'occasione, prestando solo attenzione a non esaurire la stamina. Adoperate pure la skill Taglio Rotante e concatenatela con l'attacco potente, e il vostro avversario non durerà a lungo.

 

GUERRIERO

La strategia del guerriero è molto semplice in quanto, disponendo dell'attacco più alto e dell'arma più potente tra le classi iniziali, consisterà nell'avvicinare il boss e colpirlo pesantemente per ridurre in poco tempo i suoi HP a zero. Molto utile, a questo scopo, la weapon art dell'Ascia da Battaglia, che incrementerà ulteriormente la potenza d'attacco del personaggio, permettendovi di ridurre di molto i tempi dello scontro, quindi non abbiate riserve ed abusatene pure.

 

ARALDO

L'araldo dispone di un ottimo scudo, su cui per tal motivo ruoterà principalmente la strategia da adottare. Nascondetevi dietro lo scudo, il vostro nuovo miglior amico, ed abbassate la guardia solo per attaccare e recuperare la stamina. Portate i vostri attacchi solo quando il boss avrà terminato di eseguire i suoi, la Lancia è molto veloce e vi permetterà più colpi consecutivi, ma badate bene a non consumare troppa stamina dato che vi servirà per difendervi dagli attacchi seguenti del boss (nel caso vi accadesse di rimanere con una stamina insufficiente a parare i colpi del nemico, è meglio preferire una schivata che subire uno spezzaguardia, che potrebbe portarvi facilmente alla morte). La weapon art della Lancia non è particolarmente consigliata per questo combattimento, tuttavia potrebbe tornare utile per accorciare le distanze col boss e fare un danno da non sottovalutare, ma è meglio ricorrervi solo se si è molto sicuri che l'utilizzo non vi serva su un vassoio al Giudice Gundyr. Al contrario la skill del Talismano vi donerà un maggiore equilibrio durante il cast di un miracolo, consentendovi quindi di curarvi con tranquillità anche se è in arrivo un attacco nemico (vita permettendo ovviamente, se infatti i vostri HP risulteranno troppo bassi, l'attacco nemico potrebbe ridurli a zero prima che il miracolo Guarigione abbia avuto effetto, ed è per questo che consiglio di usare questa combinazione nella prima fase dello scontro, riservando magari le Estus per la seconda).

 

LADRO

Il ladro non ha la possibilità di infliggere danni considerevoli al boss con i suoi attacchi normali, occorrerà pertanto riuscire ad fare parry al vostro avversario per poter sfruttare il danno critico tipico dei coltelli e riuscire a ridurre sostanzialmente la vita del Giudice Gundyr, accorciando sensibilmente uno scontro altrimenti molto lungo. Durante la seconda fase sarà necessario cambiare approccio. L'opzione migliore è quella di allontanarsi dal boss e far ricorso all'arco in dotazione scagliandogli addosso una pioggia di frecce dopo ogni suo attacco, operazione facilitata dalla weapon art dell'Arco Corto, Fuoco Rapido, che vi permetterà di scoccare frecce in rapida successione. In alternativa si potrà sfruttare la grande velocità ed agilità del ladro per eludere gli attacchi avversari ed avvicinarsi al vostro bersaglio, avvantaggiandovi anche con la weapon art del Coltello da Bandito, Passo Rapido, la quale vi consentirà di effettuare un dash al posto della normale roll e di portarvi in questo modo con facilità dietro il vostro nemico, colpendolo ripetutamente appena se ne presenterà l'occasione.

 

ASSASSINO

La strategia dell'assassino si basa in larga misura sull'abilità del giocatore, dato che bisognerà far proprio il detto ''vola come una farfalla e pungi come un'ape''. Legiadria e determinazione sono le parole chiave per vincere lo scontro. Sfruttate appieno l'agilità dell'assassino e il suo Scudo Tondo per eseguire parry (essendo uno scudo piccolo ha più frame di parry rispetto agli scudi normali, ma per converso possiede una riduzione del danno fisico inferiore, facendovi subire ugualmente dei danni) ed avere rapidamente la meglio. Prendete bene i tempi, studiate i movimenti del vostro avversario e sfruttate le sue aperture, il segreto è mantenere il sangue freddo e non avere fretta.

 

STREGONE

 La strategia dello stregone ruota attorno al consumo di MP, ovviamente, dato che l'intera battaglia sarà determinata da un loro oculato utilizzo e dall'abilità nel saper gestire le stregonerie a disposizione. Lo scontro risulta piuttosto semplice con questa classe, che naturalmente dovrà tenersi a debita distanza dal boss e cercare di evitare ogni suo attacco, visto che è il personaggio con meno vita tra quelli iniziali e quello con la minor difesa fisica dopo il discriminato. La battaglia può essere gestista in diversi modi, ma l'unica differenza rilevante consiste nel tempo complessivo impiegato per concluderla, visto che si tratterà soltanto di scegliere quale combinazione di incantesimi adottare. Sono, infatti, tutte ugualmente efficaci, ma quella consigliata è di utilizzare da subito la skill del Bastone da Stregone, la quale garantisce un boost temporaneo alle stregonerie, e di castare freccia dell'anima migliorata per terminare quanto prima la fase iniziale ed addentrarsi nel cuore del duello. Unica raccomandazione è quella di lanciare gli incantesimi dopo aver eluso l'assalto nemico, in quanto l'avversario è alquanto aggressivo e potrebbe non aver intenzione di aspettare che voi terminiate il vostro attacco per lanciare il suo. Entrati nell'ultima fase, la strategia dovrà adattarsi a quanti MP vi rimarranno: potete continuare con la stessa adottata nella prima fase, oppure preferire la Freccia dell'Anima dal cast più veloce e dal consumo più ridotto, oppure unire le due ed affiancare al potenziamento delle stregonerie la Freccia dell'Anima. In ogni caso prestate molta cautela nel lancio degli incantesimi, poichè il vostro avversario ha più di un attacco col quale raggiungervi, quindi tenetevi pronti ad una schivata laterale e poi lanciate un contrattacco. Ultimo consiglio è quello di non dimenticarsi dell'Ashtus a disposizione e di usarla appena se ne ha la necessità, da essa potrebbe dipendere l'esito della battaglia.

 

PIROMANTE

 Il piromante è un personaggio molto equilibrato che riesce a cavarsela bene sia nel combattimento ravvicinato sia con attacchi a distanza. La chiave per vincere il duello risiede nel gestire saggiamente gli MP, perciò è molto importante non esaurirli prima che il vostro avversario abbia esaurito tutti i suoi HP e far fruttare l'unica Fiaschetta Ashtus a disposizione. La prima fase, quindi, è meglio affrontarla in melee, sfruttando le doti fisiche del personaggio, per risparmiare MP ed usufruirne poi nella seconda fase. Potete, però, avvalervi della weapon art dell'Accetta, Grido di Guerra, che incrementerà temporaneamente l'attacco consentendovi di arrecare danni maggiorati e di concludere in poco tempo la prima fase. Durante la seconda, invece, potete allontanarvi dal vostro avversario e ricorrere alla piromanzia Palla di Fuoco, massima accuratezza durante il cast. Infatti questa piromanzia non è particolarmente rapida e la sua traiettoria è parbolica, entrambi fattori che potrebbero portare a mancare l'obiettivo facendovi sprecare MP e divenire un facile bersaglio, ma questo rischio dovrebbe essere ridotto durante l'ultima fase e dovreste riuscire a finire il boss con sufficiente facilità.

 

CHIERICO

 L'uso degli MP può semplificare notevolmente la battaglia per il chierico, ma non può essere separato dalla componente fisica che comunque caratterizzerà lo scontro. E' meglio dimenticarsi dello scudo, in quanto non riuscirà ad assorbire completamente il danno derivante dagli attacchi del boss, e puntare sulle schivate. Lanciatevi all'attacco appena il Giudice Gundyr avrà terminato il suo, ma badate a non esagerare, perchè la Mazza in dotazione al chierico non è molto veloce, e un attacco di troppo potrebbe rendervi una facile preda per il vostro avversario. Per rimediare a questo inconveniente si può ricorrere alla skill Perseveranza della Mazza, che aumenterà l'equilibrio del personaggio e ridurrà i danni presi per la tutta la durata, consentendovi anche qualche azione più imprudente. Anche Preghiera Gentile, la skill della Campana Sacra, può tornare molto utile donando una lenta ma costante rigenerazione degli HP.

 

DISCRIMINATO

Il discriminato è un personaggio adatto ai giocatori più esperti, o comunque a giocatori in cerca di forti emozioni. Il suo equipaggiamento iniziale è alquanto povero, perciò non ha molto a disposizione da utilizzare, la sua difesa sarà praticamente inesistente tuttavia la sua arma è in grado di arrecare danni non trascurabili (soprattutto con gli attacchi caricati che possono portare via buona parte degli HP del Giudice), tanto da rendere il combattimento abbastanza equilibrato. Adoperate la weapon art del Randello e concentratevi sullo schivare gli attacchi avversari piuttosto che pararli (lo scudo d'assi sarà quasi totalmente inutile, riducendo di poco il danno che subirete), ma fate attenzione ai vostri attacchi, se infatti andranno a segno il Randello vi permetterà di effettuare combo molto rapide, se invece i vostri attacchi andranno a vuoto rimarrete esposti più del normale rischiando di diventare facili prede del boss. Con un po' di concentrazione riuscirete a superare questa prima sfida.

 

TRUCCHI

Il Giudice Gundyr può essere colpito anche subito dopo l'estrazione della Spada a Spirale, nel momento in cui, cioè, il boss si desta e si rimette in piedi; prima che compaia la barra della vita, infatti, è già possibile arrecargli del danno, semplificando la battaglia. Questo è possibile solo al primo tentativo, giacchè una volta estratta la spada, il Giudice Gundyr rimarrà sempre cosciente e non sarà possibile ripetere l'operazione.

Un altro espediente che semplificherà lo scontro consiste nell'utilizzare le Bombe, questo nel caso le abbiate recuperata all'interno del Cimitero della Cenere, nella zona antecedente l'arena del boss, che sono in grado di infliggere pesanti danni a questo avversario (sarete ulteriormente avvantaggiati nel caso aveste scelto come Dono della Sepoltura la Bomba Nera). Niente vi vieta di usarle fin dall'inizio del combattimento, ma sarebbe preferibile usufruirne nelle fasi più avanzate del duello dato che dopo la sua trasformazione sembra aumentare la sua debolezza al fuoco.

 

NOTE

L'origine del nome di questo boss deriva dal latino iudex, giudice, e dal tedesco gund, battaglia. Il ruolo del boss è, infatti, quello di mettere alla prova le Fiamme Sopite e testare la loro abilità in battaglia, attendendo l'arrivo del Campione della Cenere.

 

VIDEO

 

 




Load more