Help
Help

 


Sulyvahn, il Gran Sacerdote

Pontiff Sulyvahn DKS3
Informazioni Generali
hp.jpg PV souls.jpg Anime Drop
5106 28000 Anima di Sulyvahn, il Gran Sacerdote
Difese
Debolezze Resistenze Immunità
ThrustAffondo

PoisonVeleno e tossicità

Bleed Sanguinamento

Frost Gelo

-
 

 

Sulyvahn, il Gran Sacerdote di Irithyll, imprigionò gli dei della vecchia famiglia reale nella cattedrale abbandonata per darli in pasto al Divoratore degli Dei.

 

DESCRIZIONE

Uno stregone che impugna due spade: una avvolta dalle fiamme, l'altra permeata dalla magia. Il boss è molto agile e veloce e può effettuare anche serie di attacchi molto lunghe. E' molto aggressivo ed ha una vasta gamma di mosse con cui contrastare i movimenti del giocatore. Un avversario da non prendere alla leggera.

Luogo: Irithyll della Valle Boreale

 

STRATEGIA

Prima di iniziare il combattimento è consigliato indossare equipaggiamenti con elevate difese elementali. E' anche consigliato equipaggiarsi l'Anello della Cloranzia per incrementare il recupero di stamina, o comunque usare oggetti con lo stesso effetto, dato che lo scontro potrebbe richiederne un notevole consumo, inoltre è preferibile utilizzare armi molto veloci come spade dritte, asce o anche katane. Una volta entrati ed avvicinatisi al boss, questo balzerà con la sua spada verso di voi. Rotolate lateralmente e assestate un paio di colpi, poi allontanatevi quanto più possibile, in questo modo ripeterà lo stesso attacco ancora ed ancora. Prestate attenzione, perchè nel caso vi avviciniate troppo, Sulyvahn inizierà a concatenare rapidamente i suoi attacchi e difficilmente avrete la possibilità di evitarli completamente. Se invece avete scelto di ridurre le distanze scegliendo un combattimento ravvicinato, preparatevi ad una danza frenetica: dovrete schivare molto e consumerete molta stamina, rotolate attraverso i suoi attacchi e colpitelo fulmineamente appena termina il suo assalto. Cercate di posizionarvi alle sue spalle, è il punto migliore per attaccare, ma non abbassate la guardia, il boss si volterà velocemente portando un attacco laterale. Tende a far roteare la sua spada di fuoco ed ad effettuare affondi con la sua lama magica, perciò muovetevi verso la sua sinistra per evitare più facilmente i suoi attacchi più pericolosi e preparatevi aumentando le vostre resistenze al fuoco per ridurre i danni subiti.
Una efficace alternativa consiste nell'utilizzo di uno scudo con una stabilità tale da poter bloccare almeno un paio degli attacchi del boss senza esaurire la vostra stamina e una buona difesa elementale. Un ottimo candidato è lo Scudo con simbolo del drago (meglio se potenziato a +2 o +3) che ridurrà significativamente il danno preso. Per questa strategia, avvicinatevi il più possibile al boss ed agganciatelo, camminate in cerchio verso destra tenendo alto lo scudo, in questo modo la maggior parte degli attacchi di Sulyvahn vi passeranno sopra la testa o vi mancheranno completamente. Appena accade, sferrate un rapido contrattacco e tornate velcemente in posizione difensiva. Questo metodo è davvero efficace in questa prima fase del combattimento ma richiede una buona gestione della stamina, abbassando lo scudo quando il Gran Sacerdote non è in un'animazione d'attacco per rigenerare più rapidamente l'energia mancante. Una buona occasione è rappresentata dall'affondo con la sua spada magica, ottimo anche per curarsi nel caso si fossero subiti danni gravi, dato che è ampiamente anticipato ed ha un lungo recupero dopo averlo portato fuori portata.

L'inizio della seconda vedrà un cambiamento radicale dello scontro: Sulyvahn ora sarà in grado di evocare un clone fantasma che anticiperà ogni suo attacco. Il ritmo dello scontro sarà adesso differente ed il Gran Sacerdote avrà a sua disposizione anche attacchi magici a lungo raggio dall'elevato potere distruttivo. Concentratevi sul fantasma e, se possibile, eliminatelo con una lunga serie di colpi appena viene generato, mentre nel caso non riusciste a sbarazzarvene immediatamente dovrete destreggiarvi tra gli attacchi dei due avversari attendendo un'apertura per poter fare la vostra mossa. Preoccupatevi di attaccare il boss solo dopo aver sistemato il suo spettro mentre rotolate tra le combinazioni dei due, attendendo che il Gran Sacerdote si levi in aria ed esegua un attacco in caduta, questo sarà il vostro segnale per lanciare il vostro contrattacco. Se invece avete con voi uno scudo, allora agganciate il fantasma e, tenendo il boss all'interno del vostro campo visivo, bloccate gli assalti del nemico e colpite il fantasma (dovrebbe essere praticamente morto se avete seguito correttamente la strategia, quindi saranno sufficienti un paio di colpi per fargli lasciare il campo di battaglia). Eliminato il clone potete tornare a combattere Sulyvahn come nella prima fase, oppure attendere che questo evochi nuovamente lo spettro, approfittandone per infliggergli più danni possibili e cercare di mettere fine allo scontro. Questa seconda fase può risultare molto difficoltosa ma può essere semplificata con un incantamento dell'arma, in particolare il clone ha una spiccata debolezza all'elemento fulmine, pertanto una Resina dorata o il miracolo Spada del sole vi permetteranno di metterlo fuori gioco più facilmente.

Con una build basata su statistiche mentali, invece, è necessario per prima cosa recuperare la Pergamena di Logan e liberare Karla, questo vi permetterà di ricorrere alla Lancia dell'Anima, ad Affinità e, se avete Int oltre i 50 punti, potete usare il Catalizzatore di Logan. Per questa sfida l'attacco è la miglior difesa, dato che essere capaci di fare un danno elevato vi permetterà di  abbattere con un solo colpo il doppelganger di Sulyvahn, rendendo l'intero duello davvero poco impegnativo.  Canto del potere è difficile da utilizzare nel mezzo della battaglia a causa delle rapide combinazioni di attacchi del vostro avversario, pertanto è meglio farne uso prima dell'inizio del combattimento oppure solo se siete molto confidenti con il ritmo della battaglia ed il tempismo del boss (in tal caso, in NG+ potete sostituire il Catalizzatore di Logan con il Bastone del Saggio dei cristalli).
Appena prima di ingaggiare battaglia con il Gran Sacerdote, lanciate Affinità e poi schivate sulla destra il suo attacco in salto. Come regola generale potete evadere la maggior parte dei suoi attacchi rotolando a destra oppure cercando di andargli alle spalle. La mossa successiva è quella di far ricorso alla Lancia dell'Anima e di utilizzarla ogni volta che se ne presenta l'occasione (mettere molta distanza tra voi e il boss lo farà, spesso, camminare semplicemente verso di voi, regalandovi il tempo necessario per usufruire nuovamente di Affinità e di Lancia dell'Anima); in poco tempo arriverete alla seconda fase: questo sarà il momento per utilizzare ancora Affinità seguita dalla Lancia dell'Anima, questa combinazione annienterà all'istante il doppione del boss. Se la Lancia dell'Anima non riuscisse ad eliminarlo per qualche ragione, il lavoro verrà portato a termine da Affinità, lasciandovi aperta la strada per la vittoria.

Con un sostanzioso investimento in Fede ed Intelligenza (30-30 va più che bene) ed una Fiamma della Piromanzia portata almeno a +5, la battaglia con il boss diventerà estremamente semplice. Questa battaglia è basata esclusivamente sull'utilizzo della Sfera del Caos maggiore; iniziate lo scontro frapponendo un po' di spazio tra voi e Sulyvahn, il suo attacco in salto è discretamente facile da evitare se comparato ai suoi altri movimenti e danno un ampio lasso di tempo in cui mandare a segno uno o due incantesimi. Una volta portatolo alla seconda fase, il Gran Sacerdote perderà un notevole quantitativo di tempo per effettuare la sua trasformazione, dandovi il tempo per bombardarlo con una raffica di Sfere del Caos. Anche l'evocazione del clone sarà un'ottima chance per lanciare altri globi infuocati, avvantaggiandovi del fatto che i residui di lava lasciati dal vostro incantesimo decimeranno i punti vita dello spettro, mettendolo fuori combattimento rapidamente. A questo punto il vostro avversario sarà praticamente sconfitto, vi sarà sufficiente indietreggiare ed attendere un'occasione per lanciare il vostro incantesimo, e se dovesse tentare di richiamare il suo clone basterà ripetere la procedura innanzi esposta per infliggergli altri danni e portarvi alla vittoria. 

 

TATTICHE ALTERNATIVE

  • Il boss è debole al fuoco ed all'affondo

Si rivela estremamente efficace, come strategia alternativa, far ricorso al parry. Con la giusta preparazione sarà possibile annichilire il boss mettendo a segno solo una manciata di attacchi, anche prima che abbia la possibilità di sdoppiarsi. Fortunatamente mettere a segno un parry su Sulyvahn non è particolarmente difficoltoso. La chance migliore per fargli parry è rappresentata dai suoi attacchi caricati, portati dall'alto verso il basso, ma anche le sue combo sono una buona occasione, parando il primo attacco ed eseguendo il parry al secondo tenendo d'occhio il tempismo (il secondo colpo ha un leggero ritardo). Nel caso il tentativo di eseguire un parry fallisse, è consigliato allontanarsi immediatamente per evitare di venir travolti dalle sue raffiche di attacchi e veder decimati i propri punti vita. Pelle Ferrea può essere impiegata per ridurre i danni subiti mentresi cerca di mettere a segno il tanto agognato parry, concedendovi equilibrio sufficiente per ripetere l'azione anche dopo esser stati colpiti e di acquisire il giusto tempismo con maggiore facilità.
All'inizio della battaglia, evitato il primo attacco in salto del Sacerdote, dovreste ritrovarvi alle sue spalle. Nella maggior parte dei casi seguirà uno dei suoi attacchi laterali, facilmente parryabile non appena vedrete arrivare  la sua spada. Arrivare alla seconda fase non è difficile e, una volta a quel punto, si possono adottare le strategie già proposte oppure continuare con i parry; anche lo spettro è parryabile e, anticipando ogni mossa di Sulyvahn, potrete facilmente prevedere lo schema di attacco ed individuare le finestre adatte al parry ( basterà evitare il clone ed eseguire immediatamente un parry, oppure concatenarne due), pertanto con del sangue freddo e una buona conoscenza del combattimento è possibile destreggiarsi anche nella parte più frenetica del combattimento.

Video

 




Load more